Posts Tagged invenzioini

SM 3685 — Cowper — 2014

Posted by on martedì, 26 agosto, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 26 agosto 2014 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.kt Nei vari dibattiti sull’inquinamento dovuto allo stabilimento siderurgico di Taranto più volte è stata citata una apparecchiatura ausiliaria degli altoforni chiamata “cowper”, un ingegnoso sistema inventato nell’Ottocento al fine di risparmiare energia e di evitare la dispersione del calore nell’ambiente. Non siamo stati i primi a pensare al risparmio energetico e a pensare come produrre merci e manufatti cercando di consumare meno materie prime e meno energia, anzi alcune innovazioni "ecologiche" furono applicate proprio nell'industria più inquinante, quella del carbone e dell'acciaio. Nella metà dell'Ottocento l’acciaio si produceva già, come del resto ...

SM 3649 — L’ingegnoso Conte Rumford — 2014

Posted by on mercoledì, 23 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, 22 aprile 2014  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Che cosa c’entra una caffettiera con l’ambiente ? Forse più di quello che si creda perché la stessa persona, Benjamin Thompson (1753-1814) che ha scoperto alcune leggi fondamentali che consentono oggi di “perdere” meno calore nell’ambiente e che ha inventato dispositivi per diminuire l’inquinamento, ha inventato anche nel 1806 la prima caffettiera, quella a percolazione usata negli Stati Uniti (la caffettiera “napoletana”, comune da noi, è stata inventata invece dal francese Morize. nel 1819). Thompson, di cui ricorre quest’anno il bicentenario della morte, fu un personaggio straordinario, davvero fuori del comune perché ...

SM 2913 — Chester Carlson (1906-1968) e l’invenzione delle fotocopie — 2008

Posted by on sabato, 6 aprile, 2013
 La Gazzetta del Mezzogiorno, domenica 24 febbraio 2008  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Ho sempre pensato che la transizione dallo stato di primate a quello di “uomo”, di “uomo-e-donna”, di esseri umani, insomma, sia avvenuto quando qualcuno ha imparato a comunicare le proprie esperienze e conoscenze ad altri, con la parola, con “segni”. I “graffiti”, quei disegni incisi sulle pietre, probabilmente spiegavano e avvertivano come stare alla larga da certi animali e come catturarne altri e come difendersi da aggressori; poi rapidamente si è passati ai segni che indicavano suoni e parole, poi alla scrittura vera e propria. Poi bisognava che gli scritti fossero ...

SM 3427 — L’irresistibile discesa di osannate scoperte — 2012

Posted by on martedì, 27 novembre, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, sabato 19 marzo 2012  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La storia della merceologia mostra che la maggior parte delle merci comparse nel mercato, vi resta più o meno a lungo e poi decresce o scompare, proprio come qualsiasi forma di vita vegetale o animale, tanto che si può ben parlare di storia naturale delle merci. Qualche volta alcune merci o alcune tecnologie scompaiono perché, dopo qualche tempo, si vede che sono inefficaci o addirittura nocive. Si è dunque di fronte a delle vere e proprie trappole tecnologiche; spesso si tratta di merci che sono state salutate, al loro inizio, come ...