Posts Tagged incidenti nucleari

SM 3874 — Quella giornata di primavera — 2016

Posted by on martedì, 26 aprile, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 26 aprile 2016 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  A trent’anni di distanza da quel 26 aprile del 1986 giornali e televisioni ricordano il grave incidente che porta il nome di Chernobyl; in quella cittadina dell’Ucraina, allora sovietica, che nessuno aveva mai sentito nominare, in uno dei quattro reattori della centrale nucleare, per l’interruzione della circolazione dell’acqua di raffreddamento si verificò la fusione del “nocciolo”, un insieme di tubazioni di acciaio che contenevano grandi quantità di atomi radioattivi: uranio, plutonio e i loro prodotti di fissione che il mondo avrebbe imparato a conoscere per nome: cesio, stronzio, iodio radioattivi. A ...

SM 3198 — Petrolio nel Golfo del Messico — 2010

Posted by on domenica, 6 settembre, 2015
Liberazione, 12 maggio 2010 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Un buco a 1500 metri di profondità, nel Golfo del Messico, da venti giorni senza interruzione lascia uscire un migliaio di tonnellate al giorno di petrolio che sale in superficie e si sta stendendo sul mare e si trascina, spinto dal vento e dalle correnti tropicali, verso le coste meridionali degli Stati Uniti. Che fare ? A 1500 metri di profondità l’acqua sovrastante ha una pressione di 150 atmosfere che impedisce alla maggior parte dei veicoli sottomarini di andare a intervenire direttamente; le perdite dei pozzi di petrolio terrestri possono essere chiusi facendo esplodere cariche ...

SM 3547 — Azoto nemico e amico — 2013

Posted by on mercoledì, 24 aprile, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 23 aprile 2013  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Dopo l’incidente, con incendio e esplosione, in un deposito di concimi azotati a West, un piccolo paesino dell’immenso Texas, lo stato agricolo e industriale degli Stati Uniti, non fanno meraviglia le solite accuse “alla chimica”. Qualche tempo fa in questa pagina si parlò dell’azoto “amico e nemico”: amico in quanto indispensabile nutrimento per qualsiasi vegetale e per la vita stessa, e nemico per i suoi effetti di eutrofizzazione dei fiumi e dei mari con alterazione di molti equilibri ecologici. Oggi, dopo l’incidente di West si può parlare di azoto “nemico e ...

SM 3313 — Fukushima e soldi — 2011

Posted by on venerdì, 8 marzo, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 19 aprile 2011; Economia e Commercio (Bari), [IV], 21, 5-6 (2011); http://centropacecorrie.wordpress.com/2011/04/22/58/#more-58  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Dopo gli incidenti alle centrali nucleari giapponesi di Fukushima c’è stato un po’ di ripensamento nei programmi nucleari del governo italiano; lo stesso governo si è affrettato a emanare un decreto che rimanda di un anno le procedure di localizzazione delle possibili centrali nucleari (ma non le procedure di localizzazione dei depositi delle scorie radioattive); vari paesi hanno deciso di rivedere le condizioni di sicurezza delle centrali esistenti, le quali (sono quasi 450 nel mondo) continuano a frantumare nuclei di uranio e ...