Posts Tagged frodi

SM 3805 — Il “diesel” fraudolento — 2015

Posted by on martedì, 6 ottobre, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 6 ottobre 2015 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Chi sa come rimarrebbe male Rudolf Diesel (1858-1913) se vedesse che il motore che porta il suo nome è stato coinvolto in una grande frode internazionale, e proprio ad opera di una industria automobilistica gioiello della sua Germania. Oltre la metà del miliardo di autoveicoli esistenti nel mondo funzionano con il motore diesel che brucia gasolio, un derivato petrolifero costituito da una miscela di idrocarburi con un numero di atomi di carbonio e idrogeno maggiore di quelli della benzina, e che non ha bisogno di una scintilla per far bruciare tali ...

SM 2395a — Al-Khazini: la bilancia contro le frodi — 2003

Posted by on martedì, 6 ottobre, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, 4 maggio 2003 Giorgio Nebbia <nebbia@quipo.it>  Per qualche settimana sono entrati nelle nostre case i nomi di Bagdad, Mosul, Bassora, e ancora prima quelli di Kandahar, Herat, Kabul, le città irachene e afgane che sono state "liberate" e in cui l'occidente ha portato finalmente la civiltà. Finalmente ? Capisco il risentimento dei popoli islamici davanti a questa maniera di ragionare. Chi sa che qualcuno non spieghi, non dico agli americani, ma almeno ai nostri soldati, che stanno mettendo i piedi in paesi nei quali la civiltà era brillante e raffinata quando i lombardi vivevano in villaggi col tetto ...

SM 2985 — Frodi del latte con melammina — 2008

Posted by on giovedì, 24 settembre, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 30 settembre 2008 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  La melammina (in italiano con due emme) non si sarebbe mai aspettata di uscire dai trattati di chimica industriale e di merceologia per arrivare ai riflettori televisivi. La storia è nota: in Cina è stato scoperto che veniva venduto del latte in polvere contenente melammina e ci sono stati alcuni morti e molti intossicati fra i bambini. Il terrore si è sparso in tutti i paesi che commerciano con la Cina ed è iniziata una azione di boicottaggio dei prodotti alimentari di origine cinese sospetti di essere addizionati con latte contaminato. ...

SM 3680 — Le frodi dell’olio di oliva — 2014

Posted by on martedì, 12 agosto, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 12 agosto 2014 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Ancora una volta uno dei prodotti più pregiati dell’agricoltura italiana e pugliese, l’olio di oliva, è nel mirino di frodatori che ne appannano l’immagine in Italia e nel mondo; pochi mesi fa si era parlato della denuncia che una parte dell’olio venduto come extravergine negli Stati Uniti, non poteva essere considerato tale; adesso sono state scoperte partite di olio di oliva venduto “biologico” sofisticato. Purtroppo vengono falsificati proprio gli alimenti, come gli oli di oliva, più pregiati e vendibili a più alto prezzo, se genuini. Da un secolo è in corso una ...

SM 3677 — Pensieri sulle frodi alimentari — 2014

Posted by on mercoledì, 30 luglio, 2014
Il blog della Società Chimica Italiana, 30 luglio 2014; http://ilblogdellasci.wordpress.com/2014/07/29/roba-da-chimici/ Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it "L'incredibile adulterazione del pane, specialmente a Londra, venne rivelata per la prima volta dal Comitato della Camera bassa sull'adulterazione dei cibi (1855-56) e dallo scritto del dott. Hassall: 'Adulteration detected'. Conseguenza di queste rivelazioni fu la legge del 6 agosto 1860 'for preventing the adulteration of articles of food and drink'; legge inefficace, poiché naturalmente mostra la massima delicatezza verso ogni freetrader che intraprende 'to turn an honest penny' --- di guadagnarsi qualche meritato soldo --- attraverso la compravendita di merci sofisticate. Il Comitato stesso aveva formulato, in maniera ...

SM 2822b — Piccola storia delle frodi — 2007

Posted by on martedì, 15 gennaio, 2013
Altronovecento anno 7, n. 12 marzo 2007 http://www.fondazionemicheletti.it/altronovecento/articolo.aspx?id_articolo=12&tipo_articolo=d_saggi&id=139                      Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Le frodi sono una delle attività criminose più antiche dell'umanità e sono saldamente radicate nella vita sociale. Nel momento in cui il denaro è diventato l'indicatore del valore delle merci e in cui il possesso del denaro è diventato l'indicatore del valore delle persone, era abbastanza naturale che i commercianti aumentassero il proprio profitto vendendo a prezzo più elevato merci meno pregiate.  Così l'orefice che preparò la corona per Gerone di Siracusa cercò di ingannare il suo cliente mescolando all'oro metalli meno pregiati e ci volle Archimede per svelare la frode, con un ...