Archive for category Rifiuti

SM 3844 — L’inquinamento urbano — 2016

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 2 febbraio 2016; http://www.eddyburg.it/2016/02/conoscere-prevedere-e-prevenire.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Le lunghe settimane di caldo di questo inverno hanno riportato all’attenzione dei cittadini e dei governanti, nazionali e locali, il problema dell’inquinamento dell’aria delle città. In questi ultimi anni molte città si sono dotate di centraline in grado di misurare la concentrazione di alcune delle sostanze presenti nell’atmosfera e possono controllare se tali concentrazioni superano i limiti al di là dei quali gli inquinanti possono essere dannosi alla salute degli abitanti. Si è così visto che in un numero crescente di città, grandi e piccole, la concentrazione delle PM10, le “particelle” ...

Rom al lavoro nel riciclo

Posted by on giovedì, 5 febbraio, 2015
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Lo guardo con attenzione, a distanza; è un giovanotto, forse dell’Europa Orientale o del Sud-est asiatico, corre su una bicicletta mountain-bike, veloce come il vento, con uno zainetto sulle spalle, si ferma di botto davanti ad un cassonetto dei rifiuti, lo apre, fruga all’interno con mano sicura e abile, sembra riconoscere al tatto se c’è qualcosa di recuperabile. Da quello che riesco a distinguere, a distanza, mi pare che estragga qualcosa di tessuto, forse di metallo. Chiude il cassonetto senza lasciarsi dietro niente, senza sporcare la strada, salta sulla mountain-bike e corre al prossimo cassonetto. In tutti i paesi ...

SM 3696 — Impatto ambientale della produzione alimentare sul suolo — 2014

Posted by on martedì, 7 ottobre, 2014
Energie & Ambiente, 4, (15), 64-66 (settembre 2014) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  La vita umana e quella dei vegetali e degli animali da cui dipende la vita umana, si svolge nel grande teatro naturale del suolo coltivabile; è lì che si formano le piante che daranno i 10.000 milioni di tonnellate di cereali, tuberi, foglie, frutti, eccetera indispensabili per la nostra alimentazione; è sul suolo che svolgono la loro vita, nutrendosi di vegetali, gli animali che forniranno la carne, il latte, le uova, circa 1.000 milioni di tonnellate all’anno, di alimenti più ricchi di proteine essenziali. Fa eccezione la relativamente limitata, un centinaio ...

SM 2165a — Merceologia dei rifiuti e dei prodotti riciclati — 2000

Posted by on sabato, 13 settembre, 2014
ALERR, Agenzia Lucchese per l’Energia e il Recupero delle Risorse, Seminario sul tema: “Parliamo di riciclaggio”, Lucca, 14 febbraio 2000 Giorgio Nebbia  nebbia@quipo.it   Come uscire dalla trappola dei rifiuti  Non sarà possibile uscire dalla trappola in cui siamo caduti, con la continua produzione, in Italia, di 100 milioni di tonnellate all’anno di rifiuti, se non si lancia un grande piano per il recupero di tutto quanto è possibile dai rifiuti, cioè dalle merci e dai materiali usati. L’esperienza mostra che le proposte di moltiplicare le discariche o di diffondere inceneritori, con qualunque nome presentati, sono insostenibili. E’ sempre più difficile trovare spazio --- cave abbandonate, ...

SM 3689 — Carbone: se lo conosci lo eviti — 2014

Posted by on martedì, 9 settembre, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 9 settenbre 2014 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Io non amo il carbone, il peggiore di tutti i combustibili fossili. E’ pericoloso e nocivo per gli operai che lo estraggono in gallerie anche a migliaia di metri nel sottosuolo, in mezzo all’umidità, a polveri e a gas esplosivi come il grisou; la movimentazione del carbone per strada, per ferrovia, su navi, con nastri trasportatori, provoca l’immissione nell’aria di polveri; polveri si formano dai depositi di  carbone accanto alle centrali termoelettriche, alle industrie siderurgiche. La combustione, anche con i migliori accorgimenti, provoca l’inquinamento dell’atmosfera ad opera, oltre che dell’anidride carbonica, di ...

Benito Leoci, “Codici, merci, rifiuti”

Posted by on sabato, 26 aprile, 2014
Benito Leoci , Università del Salento L’esigenza di distinguere oltre con un nome anche con un codice o una matricola, prodotti, merci e persino persone, è molto antica, in quanto collegata alla necessità di individuare con precisione, rapidamente e senza possibilità di errori, gli stessi oggetti o persone. Esigenza accresciuta in questi ultimi decenni con la proliferazione di composti e merci di ogni genere.  L’attribuzione di un codice ad una molecola, ad un’arma portatile o ad un volume risolve problemi diversi. Nel primo caso si vuole risalire alla formula e alle proprietà chimico-fisiche della molecola, nel secondo si vuole individuare il proprietario ...

SM 2902 — Apologia dello scarabeo che ricicla i rifiuti — 2008

Posted by on sabato, 15 marzo, 2014
  La Gazzetta del Mezzogiorno, domenica 13 gennaio 2008  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Nel gran discorrere che si è fatto di recente a proposito dei rifiuti di Napoli e della Campania, è emersa spesso la raccomandazione di procedere alla “raccolta differenziata”. Con questo termine si intendono delle azioni dirette a separare, dai rifiuti misti, quelle componenti suscettibili di essere sottoposte a riciclo, cioè alla trasformazione di nuovo in merci utilizzabili, una operazione del resto indicata come obbligatoria dalla legge europea e italiana sul trattamento dei rifiuti. Tale legge impone al primo punto l’obbligo di diminuire la massa dei rifiuti e al secondo punto l’obbligo ...

#3605 — La battaglia di Scanzano — 2013

Posted by on martedì, 12 novembre, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, 12 novembre 2013 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Scanzano chi ? Sono passati dieci anni da quando questo quasi sconosciuto, e poi presto dimenticato, paesino della Basilicata è stato al centro di una battaglia ecologica che allora ebbe un certo rilievo. La storia è presto raccontata. In Italia da decenni esistono alcune diecine di migliaia di tonnellate di sostanze radioattive, ad alta e media radioattività, che sono il residuo di una sventurata stagione nucleare, consistita nella costruzione di alcuni reattori, quattro più grossi e altri minori, chiusi dopo breve tempo uno dopo l’altro, e in avventate attività di trattamento di ...

SM 1699 — Archeologia dei rifiuti — 1993

Posted by on venerdì, 27 settembre, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, 23 aprile 1993 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La parola archeologia richiama subito alla mente le squadre di scienziati che scavano per ricostruire le vicende del passato, per scoprire monumenti e magari tesori di civiltà scomparse. Vi immaginate una squadra di scienziati che va a scavare un deposito di rifiuti, per esempio la collinetta che si vede dalla circonvallazione di Bari all'altezza di via Caldarola ? o nelle centinaia di cave riempite di rifiuti alla periferia delle varie città ? Qualcuno potrebbe sorridere e farebbe male perché l'analisi dei rifiuti accumulatisi negli anni e delle loro trasformazioni fornisce eccezionali informazioni ...

SM 3256 — La riciclo-logia — 2010

Posted by on venerdì, 27 settembre, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 23 novembre 2010. Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Propongo di chiamare riciclo-logia quel capitolo della Merceologia che si occupa della tecnologia del riciclo dei materiali usati e delle proprietà dei prodotti riciclati. Chi volesse svolgere questo corso in una Università ha oggi a disposizione un apposito trattato chiamato: “L’Italia del riciclo”, pubblicata nei mesi scorsi dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, una organizzazione presieduta da Edo Ronchi che è stato Ministro dell’ambiente nel governo Prodi (1996-1998) e che ha legato al suo nome al primo decreto moderno e organico sul trattamento dei rifiuti. Come tale decreto ben specifica, la prima ...