Archive for category Nucleare di guerra e commerciale

SM 3969 — Basta con le armi nucleari — 2017

Posted by on domenica, 20 agosto, 2017
Ecologia Politica, 27, (7/8), luglio-agosto 2017; http://www.ecologiapolitica.org/wordpress/wp-content/uploads/2017/08/02-Nebbia1.pdf  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Articolo 1. Impegni generali. 1. Ciascuno stato firmatario si impegna, in qualsiasi circostanza, a non: (a) sviluppare, produrre, fabbricare, comunque acquistare, possedere o immagazzinare armi nucleari o altri dispositivi esplosivi nucleari; (b) trasferire a chiunque comunque armi nucleari o altri dispositivi esplosivi nucleari, o il controllo diretto o indiretto su armi nucleari o dispositivi esplosivi nucleari; (c) accettare, direttamente o indirettamente, il trasferimento di, o il controllo su, armi nucleari o dispositivi esplosivi nucleare; (d) usare o minacciare l’uso di armi nucleari o altri dispositivi esplosivi nucleari; (e) condurre qualsiasi esplosione sperimentale di qualsiasi arma nucleare o dispositivo ...

SM 3901 — Bikini non è un costume da bagno — 2016

Posted by on martedì, 2 agosto, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 2 agosto 2016; Eddyburg, 1 agosto 2016, http://www.eddyburg.it/2016/08/bikini-non-e-un-costume-da-bagno.html  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Bikini è una piccola isola, un atollo corallino, che fa parte della Repubblica delle Isole Marshall, in mezzo all’Oceano Pacifico. Dopo la seconda guerra mondiale il governo delle isole Marshall era stato affidato agli Stati Uniti i quali le scelsero, proprio così lontane da altre terra abitate, per condurre le prime esplosioni sperimentali (i test) delle bombe atomiche che avevano costruito da poco; le prime due erano state lanciate sulle città giapponesi di Hiroshima il 6 agosto e di Nagasaki il successivo 9 agosto 1945. L’America visse ...

SM 3880 — Mai più armi nucleari — 2016

Posted by on martedì, 31 maggio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 17 maggio 2016; eddyburg, 16 maggio 2016, http://www.eddyburg.it/2016/05/la-mosca-e-lelefante.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Vi immaginate una repubblica con poco più di 50 mila abitanti che cita in tribunale il gigante mondiale, gli Stati Uniti ? Per trovare questa repubblica, denominata delle Isole Marshall, dovete prendere un mappamondo, guardare l’immenso Oceano Pacifico, cercare proprio a metà, fra l’Australia e le Isole Hawaii, all’altezza dell’equatore; farete fatica a riconoscere un puntino che indica una catena di isole coralline, distanti fra loro centinaia di chilometri; è questo il territorio della minuscola repubblica di cui parlo. Sarà stato perché negli anni quaranta del secolo ...

SM 3883– In morte di una centrale — 2016

Posted by on martedì, 31 maggio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 31 maggio 2016; Eddyburg, 30 maggio 2016, http://www.eddyburg.it/2016/05/in-morte-di-una-centrale.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Alla maggior parte degli Italiani il nome “Montalto di Castro” dice poco; alcuni hanno notato, andando veloci lungo la linea ferroviaria Roma-Genova, questo nome sul muro di una stazione; i più curiosi, guardando fuori dal finestrino, dalla parte del mare, avranno visto in lontananza quattro grossi edifici con un grande, alto camino: una centrale elettrica, senza dubbio. Una centrale che, negli anni ottanta del secolo scorso, è stata al centro di vivaci polemiche ecologiche. A dire la verità le centrali di Montalto di Castro sono state due, ...

SM 1670 — A 50 anni dalla “pila” di Fermi — 1992

Posted by on mercoledì, 2 dicembre, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, 2 dicembre 1992 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Il 2 dicembre del 1942 è veramente una di quelle date di cui si può dire che il mondo, dopo, non sarebbe stato mai più uguale a prima. La verifica sperimentale, fatta da Enrico Fermi a Chicago, che è possibile scindere i nuclei di alcuni atomi "pesanti" come l'uranio per ricavarne energia, è figlia di dieci anni di ricerche durante le quali sono stati fatti grandissimi passi avanti nella comprensione della struttura interna degli atomi e dei processi per cui alcuni atomi si trasmutano, spontaneamente o artificialmente, in altri. La sequenza di ...

SM 3827 — Tre minuti a mezzanotte — 2015

Posted by on martedì, 1 dicembre, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 1 dicembre 2015 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Settanta anni sono un periodo lunghissimo; chi ha oggi venti anni ha, della seconda guerra mondiale, finita nel 1945, lo stesso ricordo che io potevo avere, quando avevo venti anni, delle guerre di Indipendenza, cioè niente. Con la differenza che le guerre di indipendenza dell’Italia avevano lasciato conseguenze soltanto politiche, amministrative e sociali, mentre la seconda guerra mondiale coinvolge, a loro insaputa, i ventenni di oggi e quelli che verranno, per molte generazioni, con l’eredità politica e ecologica della bomba atomica. Per conservare questo ricordo proprio nel dicembre di settanta anni ...

Tre minuti a mezzanotte

Posted by on martedì, 1 dicembre, 2015
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Settanta anni sono un periodo lunghissimo; chi ha oggi venti anni ha, della seconda guerra mondiale, finita nel 1945, lo stesso ricordo che io potevo avere, quando avevo venti anni, delle guerre di Indipendenza, cioè niente. Con la differenza che le guerre di indipendenza dell’Italia avevano lasciato conseguenze soltanto politiche, amministrative e sociali, mentre la seconda guerra mondiale coinvolge, a loro insaputa, i ventenni di oggi e quelli che verranno, per molte generazioni, con l’eredità politica e ecologica della bomba atomica. Per conservare questo ricordo proprio nel dicembre di settanta anni fa, pochi mesi dopo il bombardamento americano ...

SM 3794 — All’origine della bomba — 2015

Posted by on martedì, 1 settembre, 2015
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Dopo la scoperta, fatta dal fisico inglese James Chadwich (1891-1974), che nel nucleo atomico, oltre ai protoni dotati di carica positiva, ci sono anche dei neutroni, privi di carica elettrica, molti gruppi di fisici cercarono di usare questi neutroni come proiettili per osservare le possibili trasmutazioni dei nuclei atomici. Nelle ricerche iniziate a Roma alla fine del 1934 Enrico Fermi (1901-1954) e i suoi collaboratori fecero la grande scoperta --- che valse il premio Nobel a Fermi --- che migliori risultati si avevano se le trasmutazioni erano ottenute con neutroni “rallentati” per passaggio attraverso l’acqua. Simili ricerche furono ...

SM 3788 — A settant’anni da Hiroshima — 2015

Posted by on mercoledì, 5 agosto, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 4 agosto 2015 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it “Più abbagliante di mille soli” è stata la luce che ha squarciato, il 6 agosto di settanta anni fa, il cielo della città giapponese di Hiroshima quando esplose la bomba atomica americana: una nube scura e mortale avvolse poi la città e uccise, con la radioattività delle sue polveri e con l’onda di pressione e di calore, più di centomila persone. Tre giorni dopo un’altra bomba esplodeva nel cielo dell’altra città giapponese di Nagasaki; pochi giorni dopo, con la resa del Giappone finiva la seconda guerra mondiale combattuta da francesi, inglesi, ...

Non più armi nucleari !

Posted by on lunedì, 27 aprile, 2015
Nei giorni 8 e 9 dicembre 2014 si è svolta a Vienna la Conferenza sull’impatto umanitario delle armi nucleari, alla fine della quale l’Austria, paese ospitante, ha proposto a tutti i paesi di firmare un “Impegno”, l’“Austrian Pledge”, di colmare il vuoto giuridico che ancora impedisce il divieto e l’eliminazione delle armi nucleari. All’invito hanno aderito finora 75 stati, fra cui la Santa Sede, San Marino e alcuni altri paesi europei. Non l’Italia. Chiediamo ad alta voce che anche l’Italia aderisca a tale “Impegno” e si attivi, nell’ambito della conferenza sulla vetrifica dell’attuazione del Trattato di non proliferazione nucleare (New York, ...