Archive for category Merceologia

SM 3401 — Il riciclo della plastica — 2011

Posted by on martedì, 29 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, sabato 17 dicembre 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Tre trappole e tre sfide: le tre trappole sono l’incapacità di riciclare in quantità sufficiente la plastica usata, la tendenza ad esportare in Cina parte della plastica ottenuta dai nostri rifiuti e l’importazione dalla Cina di oggetti di plastica riciclata forse nocivi per i consumatori. Le tre sfide sono un miglioramento delle tecniche di raccolta delle materie plastiche usate in Italia, le tecniche per un migliore riciclo delle plastiche e un miglioramento dei controlli chimici e merceologici dei materiali plastici (come anche di altre merci) riciclati sia importati sia di produzione ...

SM 1615a — La circolazione natura-merci-natura –1992

Posted by on mercoledì, 2 marzo, 2016
il manifesto/talpa, 16 gennaio 1992 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it I modi di produzione di merci e di servizi, anche quando si tratta di servizi apparentemente "immateriali", hanno a che fare con beni fisici, materiali. A parte i servizi essenziali come cibo e acqua e indumenti, in cui gli oggetti sono indispensabili, il servizio "informazione" richiede reti elettriche di rame e macchinari di plastica e metallo o carta per libri e giornali; il servizio "trasporto" richiede autoveicoli, treni, carburante, elettricità; il servizio "illuminazione" richiede lampade e elettricità prodotta dai prodotti petroliferi o dal carbone o dal moto delle acque entro tubazioni di metallo e ...

SM 3795 — Biotecnologie, una, due, tre, quattro” — 2015

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 8 settembre 2015: http://www.eddyburg.it/2015/09/biotecnologia-una-due-tre-quattro.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Nel corso di diecimila anni gli esseri umani hanno ricavato beni utili da esseri viventi vegetali e animali con tecniche, spesso anche molto raffinate, che chiamerei senz’altro biotecnologiche: hanno usato il legno come combustibile e materiale da costruzione; hanno imparato a far fermentare e a cuocere il pane; con la fermentazione degli zuccheri hanno prodotto bevande alcoliche; hanno imparato a conservare la carne col sale o col caldo o col freddo, a seconda dei climi, a estrarre coloranti e fibre tessili da molte piante e animali, e cuoio dalla pelle degli ...

SM 3842 — La resurrezione della canapa — 2016

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 26 gennaio 2016 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Mercoledì 20 gennaio 2016 la prestigiosa Accademia dei Georgofili di Firenze, ha tenuto a Torino, in collaborazione con la locale Accademia di Agricoltura, una adunanza pubblica sul tema: “Canapa: presente e futuro prossimo”.  Quando ho cominciato a insegnare Merceologia una intera lezione era dedicata alla canapa; erano gli anni del dopoguerra e l’Italia aveva una posizione dominante nella produzione e nel commercio di questa fibra tessile vegetale ricavata dal fusto delle piante di Cannabis sativa; allora l’Italia era infatti il secondo produttore di canapa al mondo (dietro soltanto all’Unione Sovietica). La ...

SM 3843 — I cicli della natura e quelli delle merci — 2016

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
 http://ambiente-plus.it/i-cicli-della-natura-e-quelli-delle-merci-in-uneconomia-circolare_77821/ Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Economia circolare è un relativamente recente neologismo usato, principalmente, per indicare le iniziative relative al riciclo dei materiali di scarto e dei rifiuti. Una definizione e analisi “ufficiale” è stata pubblicata come “Pacchetto sull’economia circolare: domande e risposte” a cura della Commissione Europea http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-15-6204_it.htm. La tesi è che ogni materiale usato può tornare a nuova vita --- si può chiudere il cerchio natura-merci-natura-merci --- con soluzioni tecnico-scientifiche incoraggiate e sostenute da adatti provvedimenti legislativi, economici e fiscali. Si tratta, cioè, di imitare, nelle attività economiche, i cicli della natura nella quale non esistono rifiuti perché le scorie della vita vegetale ...

SM 3847 — Noterelle di economia circolare 2: l’ARAR — 2016

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
Il Blog della Società Chimicva Italiana, 5 febbraio 2016, https://ilblogdellasci.wordpress.com/2016/02/05/noterelle-di-economia-circolare-2-larar/ Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Le guerre hanno degli strani aspetti laterali. I paesi in conflitto possono combattere soltanto mobilitando sia grandi masse di soldati, sia grandissime masse di materiali che vanno dai metalli delle armi, dei carri armati, degli aerei, dei veicoli, ai carburanti per i mezzi di trasporto, a munizioni, alimenti conservati, indumenti, componenti per l'elettricità e le telecomunicazioni, eccetera. Quando la guerra finisce, questi materiali risultano in gran parte inutili e vengono abbandonati nel territorio nemico, spesso impoverito, e risultano attraenti e utili per risolvere molti problemi elementari di sopravvivenza. Lo si è ...

SM 2302a — Prodotti e ambiente — 2001

Posted by on martedì, 2 febbraio, 2016
Economia e Ambiente, 20. 6-10 (2001) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Quasi tutti i volti delle violenze contro la natura sono associati alla produzione delle merci, al possesso di crescenti quantità di beni materiali, alla disponibilità di crescenti quantità di energia. Certamente sono lodevoli, anche se finora inascoltate, le campagne per nuovi stili di vita con minori consumi e sprechi di risorse naturali; così come è stato finora limitato il successo delle proposte di "coniugare" l'ecologia con questa economia basata sull'aumento della produzione delle merci e quindi implicitamente violenta verso i sistemi ecologici. Mentre è indispensabile proporsi obiettivi di lungo periodo --- un rallentamento ...

SM 3294 — Produzione di merci a mezzo di natura — 2011

Posted by on martedì, 2 febbraio, 2016
In Anna Pacilli (a cura di), “Calendario della fine del mondo”, Napoli, Intra Moenia, 2011, p. 256-265 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Non è vero che le merci si producono a mezzo di soldi, e neanche a mezzo di merci: le merci (e i servizi che anche loro, tutti, richiedono oggetti materiali) si producono a mezzo di natura. In maniera analoga a quanto avviene nei cicli biologici, anche i cicli economici consistono nel prelevare dei beni materiali dai corpi naturali --- aria, acque, suolo, depositi o stocks di minerali, rocce, combustibili fossili --- nel trasformarli in oggetti utili, con inevitabile formazione di scorie e ...

SM 3842b — Resurrezione della canapa — 2016

Posted by on martedì, 26 gennaio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 26 gennaio 2016 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Mercoledì 20 gennaio 2016 la prestigiosa Accademia dei Georgofili di Firenze, ha tenuto a Torino, in collaborazione con la locale Accademia di Agricoltura, una adunanza pubblica sul tema: “Canapa: presente e futuro prossimo”.  Quando ho cominciato a insegnare Merceologia una intera lezione era dedicata alla canapa; erano gli anni del dopoguerra e l’Italia aveva una posizione dominante nella produzione e nel commercio di questa fibra tessile vegetale ricavata dal fusto delle piante di Cannabis sativa; allora l’Italia era infatti il secondo produttore di canapa al mondo (dietro soltanto all’Unione Sovietica). La ...

SM 3319 — A proposito del buco dell’ozono stratosferico — 2011

Posted by on lunedì, 18 gennaio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 10 maggio 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Ricordate il buco dell’ozono che fu, per alcuni anni, al centro dell’attenzione del dibattito ecologico e poi sembra essere stato dimenticato ? Si tratta del fenomeno che comporta un aumento del flusso verso la Terra della radiazione ultravioletta B, quella biologicamente nociva, avente lunghezza d’onda fra 200 e 250 nanometri (milionesimi di millimetro) proveniente dal Sole. Tale aumento dipende dalla diminuzione della concentrazione del gas ozono, molto rarefatto, che si trova nella stratosfera fra 15.000 e 30.000 metri di altezza sul livello del mare. In passato la concentrazione di tale ozono ...