Archive for category Chimica

SM 4020 — Farmoplant: la stagione della rabbia — 2018

Posted by on venerdì, 24 agosto, 2018
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Dedicato ad Augusto Puccetti (1929-2007), instancabile animatore delle lotte per l’ambiente e la salute a Massa e Carrara Per comprendere Il decennio di lotte per l’ambiente e la salute a Massa-Carrara negli anni Ottanta nel secolo scorso occorre fare un salto indietro, alla crisi economica del 1929-33. Tale crisi aveva colpito duramente la zona apuana il cui marmo, la principale ricchezza, era in gran parte destinato all'esportazione verso paesi ricchi, divenuti improvvisamente poveri. L'estrazione del marmo e l'esportazione diminuirono, così, bruscamente e l'ondata di disoccupazione fu arginata in qualche modo dalla creazione nel 1938, di una zona industriale che ...

sm 2781 — La fabbrica della natura — 2006

Posted by on domenica, 4 dicembre, 2016
In: R. Bocci e G. Ricoveri (a cura di), “Agri-Cultura. Terra, lavoro, ecosistemi”, Bologna, EMI Editrice Missionaria Italiana, 2006, p. 15-26 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it 1.  La natura come fonte di materie prime, merci ed energia Per tutta la loro lunga storia gli esseri umani hanno tratto alimenti, merci e materiali da costruzione dalla natura. Attraverso una lenta e attenta opera di scelta, i nostri predecessori hanno identificato, per tentativi ed errori, le piante nutritive, quelle curative e aromatiche, quelle che erano in grado di fornire merci sempre più raffinate e diversificate come combustibili, prodotti chimici industriali, coloranti, fibre tessili, pellami, legnami per case, ...

sm 3917 — chimica e acciaio — 2016

Posted by on venerdì, 7 ottobre, 2016
Il blog della sci, 7 ottobre 2016, https://ilblogdellasci.wordpress.com/2016/10/05/la-chimica-lacciaio-e-la-nascita-della-rivoluzione-industriale/ Giorgio nebbia nebbia@quipo.it L’acciaio, il re dei materiali da costruzione, 1400 milioni di tonnellate di produzione annua nel mondo, non avrebbe potuto diventare quello che è, indispensabile per ponti, scatole di conserva, edifici, cannoni, navi, pentole, automobili, eccetera, senza una buona chimica, dapprima impiegata empiricamente poi, col passare del tempo, applicata consapevolmente anzi arricchita a mano a mano che venivano inventati processi che permettevano di ottenere più acciaio, di migliore qualità a minor prezzo. Benché il ferro sia uno dei metalli più abbondanti sulla Terra (https://ilblogdellasci.wordpress.com/2015/10/27/ferro-promesse-da-marinaio-e-piccole-storie-di-vita/), la chimica si è divertita a portarcelo via di ...

SM 3344 — Seveso 35 anni dopo — 2011

Posted by on mercoledì, 6 luglio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 12 luglio 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Seveso, chi ? Alla maggior parte degli Italiani questa parola dice ben poco; eppure è il nome di una cittadina della Brianza, a nord di Milano, assurta a dolorosa celebrità dopo il 10 luglio 1976 --- sono passati 35 anni --- quando in una fabbrica, la Icmesa, della vicina cittadina di Meda si verificò un incidente industriale destinato a modificare la cultura ecologica e industriale dell’intero paese, anzi dell’intera Europa. Lo stabilimento fabbricava cosmetici e insetticidi partendo dal triclorofenolo, una sostanza chimica ottenuta a sua volta scaldando il tetraclorobenzolo con una ...

SM 3250 — Zucchero — 2010

Posted by on lunedì, 4 luglio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, giovedì 28 ottobre 2010 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Lo zucchero, o saccarosio, che conosciamo sotto forma di bellissimi cristallini bianchi, fino a poco prima dell’era cristiana è rimasto sconosciuto in Europa. I Romani usavano come dolcificante il miele e lo zucchero è cominciato ad arrivare a Roma come merce di lusso trasportata dall’India dove, da qualche secolo, veniva estratto da alcune specie do canna che contenevano, negli interstizi fra i nodi, una polpa ricca di zucchero. Gli Arabi hanno importato la coltivazione della canna, che cresce nei climi tropicali, e la tecnica di estrazione dello zucchero nei paesi da ...

NC 214 — Disprosio — 2016

Posted by on domenica, 15 maggio, 2016
Nuovo Consumo, 25, (256), p. 17 (maggio 2016) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it E questa strana merce da dove salta fuori ? Le nuove tecnologie associate alla microelettronica, alle fonti rinnovabili di energia e alle automobili ibride ed elettriche, di cui si parla sempre più spesso, costringono a fare conoscenza con materiali finora sconosciuti. Particolare importanza hanno gli elementi appartenenti al gruppo dei lantanidi, che occupano le caselle fra i numeri 58 e 71 della Tabella di Mendeleev, con pesi atomici fra 140 e 175 (volte il peso atomico dell’idrogeno) divisi in Terre Rare Leggere e Terre Rare Pesanti. Il disprosio, con simbolo Dy, ...

SM 2866a — Gli allievi di Ciamician — 2007

Posted by on lunedì, 2 maggio, 2016
In: Margherita Venturi (a cura di), “Ciamician, profeta dell’energia solare, Atti del convegno storico-scientifico in occasione della celebrazione del 150° anniversario della nascita di Giacomo Ciamician (1857-1922), Bologna, Università, Istituto chimico G. Ciamician, 16-18 settembre 2007”, Milano, Fondazione Eni Enrico Mattei, s.d. (ma 2009), p. 51-64   Giorgio Nebbia, Università di Bari nebbia@quipo.it  L’Università come “famiglia” di studio e ricerca Ogni studioso, in particolare ogni chimico, conduce ricerche e si occupa di qualche argomento influenzato da altri studiosi. L’analisi delle “genealogie” culturali e scientifiche aiuta a comprendere i rapporti accademici, scientifici e anche umani --- simpatie e antipatie, gelosie, ricerca di priorità di una scoperta ...

SM 3800 — Gian Burrasca piccolo chimico — 2015

Posted by on domenica, 1 maggio, 2016
Il Blog della Società Chimica Italiana, 18 settembre 2015; https://ilblogdellasci.wordpress.com/2015/09/18/gian-burrasca-chimico/  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Sono debitore dell’idea di questo intervento alla prof. Francesca Orestano, ordinario di Letteratura inglese nell’Università di Milano e attenta studiosa di letteratura infantile http://users.unimi.it/childlit/index.html, la quale ha presentato, nell’ottobre 2014, un saggio proprio su “Gian Burrasca, piccolo chimico”, ad una giornata di studio su “Letteratura e scienza nei libri per ragazzi”, svoltasi a Milano e in corso di pubblicazione a cura di Elisa Marazzi e Pietro Redondi. “Il giornalino di Gian Burrasca”, di Vamba, pseudonimo di Luigi Bertelli (1858-1920), pubblicato per la prima volta nel 1912, è stato un libro di ...

SM 2868 — Dimitry Mendeleev (1834-1907) — 2007

Posted by on lunedì, 8 febbraio, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 25 settembre 2007 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it “Chimica” è parola esposta a contrastanti reazioni: da una parte per molti è associata a nomi negativi: “veleni chimici”, “inquinamento chimico”, eccetera. Dall’altra quando si parla di ambiente pulito, di effetto serra, di acqua, si sta parlando di “chimica”. “Ci-O-Due”, l’anidride carbonica responsabile del riscaldamento planetario, “Acca-Due-O”, l’acqua, che si vuole pulita e gratuita, il gas naturale al centro del dibattito sui rigassificatori non è forse il metano “Ci-Acca-Quattro” ? Credo che per rispondere alla domanda “Che ambiente fa” sia bene capire qualcosa di più di “chimica” perché sono gli elementi ...

SM 3835 — Noterelle di economia circolare I: Claus — 2016

Posted by on venerdì, 5 febbraio, 2016
Il Blog della Società Chimica Italiana, 11 gennaio 2016; http://wp.me/p2TDDv-281; https://ilblogdellasci.wordpress.com/2016/01/11/noterelle-di-economia-circolare/ Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  L’economia circolare è un nome recente per indicare le operazioni di riciclo dei rifiuti con produzione di materie o merci utili e vendibili. Espressione fortunata che ha già dato vita a libri, saggi, congressi, interviste televisive, gli ingredienti del successo; definizione e descrizione “ufficiali” sono state pubblicate come “Pacchetto sull’economia circolare: domande e risposte” a cura della Commissione Europea http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-15-6204_it.htm. Sta di fatto che qualsiasi società ha sempre cercato di guardare i propri rifiuti per vedere se poteva ricavarne qualcosa di utile; anzi lo sguardo ad alcuni eventi del passato ...