Archive for category Acqua

SM 2193a — Sete ! — 2000

Posted by on sabato, 18 luglio, 2015
il manifesto,  4 luglio 2000 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Non rallegratevi troppo, voi abitanti di Milano o Roma, per l'acqua che sgorga abbondante dai rubinetti delle vostre case. Ci sono milioni di italiani che non solo non hanno, tutti i giorni, acqua per annaffiare i terrazzi, o non sono rallegrati da fontanelle stradale da cui sgorga perenne l'acqua; questi nostri concittadini non hanno neanche, tutti i giorni, nelle loro case, acqua di buona qualità per bere.  Sulla superficie dell'Italia, ogni anno, le piogge assicurano un flusso di acqua di circa 150 miliardi di metri cubi, indispensabili per la vita nei fiumi e nei laghi ...

SM 2218a — Un nuovo corso — 2000

Posted by on martedì, 8 settembre, 2015
Liberazione Speciale, 22 ottobre 2000 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L'Italia esce da un'ennesima catastrofe ambientale (l’articolo si riferisce alle alluvioni del settembre 2000 in Calabria e a quelle del successivo ottobre in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto), questa volta ancora più chiaramente di origine umana, dovuta a mancanza di visione dei governi che si sono succeduti nel corso di mezzo secolo; una politica del territorio è venuta a mancare per non disturbare e intralciare le clientele e i gruppi di pressione speculativi, delle costruzioni e agricoli e per non intralciare lo stesso abusivismo da cui si sperava di ottenere voti. Con ...

SM 2336 — Acqua e solidarietà — 2002

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, 8, 10, 13, 14 luglio 2002 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La sete in Italia e in Puglia aumenta sempre per la concomitanza di vari eventi. Da alcuni decenni sono in corso mutamenti climatici che hanno fatto diminuire le piogge; apparentemente la quantità totale di pioggia diminuisce di poco, ma il carattere delle piogge, spesso intense ma concentrate in brevi periodi, impedisce la ricarica con acqua dolce delle falde sotterranee e dei laghi artificiali. Un secondo importante evento riguarda le migliorate condizioni di vita delle popolazioni; un evento da salutare con gioia, senza dubbio, ma che comporta crescenti richieste di ...

SM 2336/2 — Acqua e solidarietà — 2002

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La sete in Italia e nel mondo aumenta sempre per la concomitanza di vari eventi. Da alcuni decenni sono in corso mutamenti climatici che hanno fatto diminuire le piogge; apparentemente la quantità totale di pioggia diminuisce di poco, ma il carattere delle piogge, spesso intense ma concentrate in brevi periodi, impedisce la ricarica con acqua dolce delle falde sotterranee e dei laghi artificiali. Un secondo importante evento riguarda le migliorate condizioni di vita delle popolazioni; un evento da salutare con gioia, senza dubbio, ma che comporta crescenti richieste di acqua che deve essere sottratta da riserve --- fiumi, ...

SM 2381 — Alluvione a Termoli e Manfredonia — 2003

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, 28 gennaio 2003 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Siamo appena usciti da lunghi mesi di siccità ed ecco che, quando la pioggia arriva, campi e fabbriche e abitazioni e strade sono invasi dalle acque. Non sto parlando delle fragili valli della Valtellina o di Sarno, ma della zona che va da Termoli a Manfredonia, terre in riva al mare. Una zona attraversata da una rete di bacini idrografici: venendo da nord, quello del Biferno, del Fortore, del Carapelle, dell'Ofanto.  Dopo la Liberazione alcuni uomini politici meridionali avevano pensato di "governarne" il flusso, irregolare nei vari mesi dell'anno, di tali torrenti con la costruzione di ...

SM 2442 — I bacini idrografici occasioni di solidarietà — 2003

Posted by on lunedì, 31 agosto, 2015
Conferenza al convegno su "La risorsa acqua e il federalismo fiscale", Campobasso/Sepino, 10 ottobre 2003 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La centralità del bacino idrografico L’analisi degli eventi che hanno interessato e interessano il territorio italiano mostra che molti fenomeni di deterioramento ambientale --- inquinamento, erosione del suolo e delle spiagge, frane, alluvioni, eccetera --- possono essere descritti sulla base del flusso di materia e di energia che attraversa una regione geografica ben definita. Ai fini di una politica del territorio l'unica dimensione geografica ed ecologica corretta e significativa è rappresentata dal “bacino idrografico”, Il bacino idrografico è definito, addirittura "per legge", nell'art 2 della Direttiva ...

SM 2443 — Il bacino idrografico: cultura e solidarietà — 2003

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Conferenza Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Lecce, 18 ottobre 2003;  http://www.aiig.it/relazioneGiorgioNebbia.htm  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La Rivoluzione francese, come è ben noto, fu la figlia di un vasto movimento di intellettuali, filosofi, ma anche, e spesso insieme, scienziati e naturalisti ben attenti alla natura e ai suoi fenomeni; non a caso i padri della rivoluzione decisero di cambiare il nome dei mesi adottando nomi bellissimi legati ai grandi cicli della natura: Vendemmiaio, Piovoso, Floreale, Fruttidoro, eccetera. Uno dei primi atti della costituzione della Repubblica francese del 1789 è stato quello di suddividere il territorio della Francia in nuovi "dipartimenti" che prendevano il nome di ...

SM 2458 — I nostri debiti col ghiaccio — 2003

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
Villaggio Globale, 6, (24), 9-13 (dicembre 2003) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Chi ha inventato la vita, così come la conosciamo, aveva bisogno di acqua liquida, cioè di un corpo planetario la cui temperatura fosse compresa fra 0 gradi Celsius e 100 gradi Celsius; come i lettori ben sanno, alla attuale pressione atmosferica. al di sotto di zero gradi l'acqua è solida; al di sopra di 100 gradi l'acqua è allo stato di vapore; ma anche a pressioni differenti l'acqua resta liquida in un intervallo di temperature abbastanza piccolo.  Per realizzare il suo progetto il nostro "inventore" doveva mettere la terra ad una distanza giusta dal ...

SM 2458 — Storia naturale del ghiaccio — 2003

Posted by on domenica, 18 gennaio, 2015
Villaggio Globale (Bari), 6, (24), 9-13 (dicembre 2003) Giorgio Nebbia  nebbia@quipo.it Chi ha inventato la vita, così come la conosciamo, aveva bisogno di acqua liquida, cioè di un corpo planetario la cui temperatura fosse compresa fra 0 gradi Celsius e 100 gradi Celsius; come i lettori ben sanno, alla attuale pressione atmosferica. al di sotto di zero gradi l'acqua è solida; al di sopra di 100 gradi l'acqua è allo stato di vapore; ma anche a pressioni differenti l'acqua resta liquida in un intervallo di temperature abbastanza piccolo. Per realizzare il suo progetto il nostro "inventore" doveva mettere la terra ad una distanza ...

SM 2491a — Il costo in acqua delle merci e dei servizi — 2004

Posted by on venerdì, 9 novembre, 2012
Seminario sul tema: "Acqua e non solo", Università di Roma, 18-19 marzo 2004; Verde Ambiente, 20, (3), 11-15 (maggio-giugno 2004); Gaia (Mestre), 5, (20), 18-21 (estate 2004)  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Gli esseri umani sono capaci di misurare il "valore" delle cose, delle merci e dei servizi, soltanto in unità monetarie. Su tale indicatore si basano le misura dell'economia, degli scambi, dei prezzi. Il valore in unità monetarie fornisce informazioni distorte sui fenomeni economici che sono basati non sullo scambio di soldi, ma sullo scambio di materia. Le merci e i beni --- e i servizi che anch'essi richiedono beni materiali e merci ...