Author Archive

SM 2993 — Biologia e economia — 2008

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, giovedì 16 ottobre 2008 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Stiamo vivendo in un periodo turbolento dell’economia; i prezzi di molte merci, fra cui petrolio, grano, rame, eccetera, sono saliti molto, poi sono diminuiti; molte persone hanno acquistato beni e servizi chiedendo prestiti alle banche e alcuni non sono stati in grado di pagare i debiti; molte persone rinunciano ad acquistare beni e servizi e i venditori si sono trovati con magazzini pieni di merci invendute; alcuni fabbricanti sono stati costretti a licenziare i lavoratori che, senza salario, sono entrati nella spirale di debiti non pagati e di rinuncia ad alcuni ...

SM 3217 — Luci e ombre del PIL — 2011

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, giovedì 6 gennaio 2011  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La misura del Prodotto Interno Lordo (PIL) come indicatore della ricchezza di ciascun paese è il più grande regalo che la scienza economica abbia fatto all’umanità. Una forte spinta verso questo successo si è avuto quando Lenin, nell’Unione Sovietica appena nata, nel 1920, ha chiesto ai suoi uffici economici di stabilire quanto carbone occorreva per produrre l’acciaio e quanto acciaio occorreva per produrre i trattori e quanti trattori occorrevano per produrre grano e patate. Gli uffici scrissero delle tabella in cui veniva indicata quanta materia e quanto denaro occorreva trasferire da ...

A. Peccei — Il futuro dell’automobile — 1971

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
Aurelio Peccei, "L'automobile contre les hommes", Preuves, n. 6, p. 39-43 (II trimestre 1971); traduzione italiana col titolo: “Il crepuscolo di un idolo”, CNS (Capitalismo Natura Socialismo), 12, (10/50), Novembre 2002, Supplemento a Liberazione, 27 ottobre 2002; anche in appendice a Loris Campetti, "Non Fiat. Come evitare di uccidere l’industria italiana”, Roma, Cooper & Castelvecchi, 2002; anche in appendice a Hosea Jaffe, “L’imperialismo dell’auto: Auto + Petrolio = Guerra”, Milano, Jaca Book, 2004, p. 81-87 Il crepuscolo di un idolo Aurelio Peccei (1908-1984) Per riflettere utilmente sul destino dell'automobile e sull'evoluzione futura della "cultura dell'automobile" nella quale viviamo oggi è importante definire il contesto ...

SM 3443 — Ambiente e lavoro — 2012

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 10 aprile 2012 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La marcia dei lavoratori dell’acciaieria di Taranto, il 21 marzo 2012, in difesa del posto di lavoro “contro” gli “ambientalisti” merita qualche considerazione più generale. Nella società industriale sono spesso contrapposti differenti diritti. La “contestazione” chiede il rispetto di alcuni diritti fondamentali, da quelli di un lavoro decente e equamente retribuito nelle fabbriche e nei campi, a quelli “ecologici”, che i fumi e i rifiuti delle attività produttive non avvelenino la popolazione. Gli imprenditori, da parte loro, hanno il ”diritto” di trarre, dal denaro investito per produrre merci mediante il lavoro ...

SM 2817 — Appello per l’abolizione delle armi nucleari — 2007

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
Giano, n. 55, 2007  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Il 4 e il 31 gennaio 2007 sono apparse, sul “Wall Street Journal”, il prestigioso quotidiano economico americano, due “lettere” che sostengono la necessità di procedere al più presto al disarmo nucleare totale mondiale. Tali lettere non sono firmate da ecologisti o pacifisti, ma da Henry Kissinger e altri esponenti statunitensi, sia repubblicani, sia democratici, e da Michail Gorbaciov, ex segretario generale dell’ex-Unione sovietica, cioè da persone che hanno coperto alte responsabilità per fare dei rispettivi paesi le due più grandi potenze nucleari. L’urgenza dell’azione --- sollecitata pochi mesi dopo la pubblicazione, nel giugno 2006, ...

SM 3353 — Crescita di che cosa ? — 2011

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, mercoledì 8 agosto 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Due vite parallele a migliaia di chilometri di distanza. Un ingegnere nordamericano, Jay Forrester (nato nel 1918), specializzato nella progettazione dei calcolatori elettronici, docente nel prestigioso Massachusetts Institute of Technology, stava utilizzando, già negli anni cinquanta, i calcolatori per risolvere dei problemi di previsione. Per esempio come cresce la produzione industriale in seguito alla crescita o alla diminuzione dei soldi disponibili; come la mobilità in una città è influenzata dalla crescita del numero degli abitanti, delle automobili o dei mezzi di trasporto pubblico. Forrester aveva chiamato “dinamica dei sistemi” lo studio dei ...

SM 3362 — Crescita e declino delle lampade ad incandescenza

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, mercoledì 7 settembre 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Per la serie crescita e declino delle merci l’ecologia ha assassinato un altro dei grandi successi della tecnica, la lampada ad incandescenza, accusata di consumare troppa elettricità. Col passare del tempo e con la crescita dell’attenzione per la sicurezza, la vita e l’ambiente molte merci di grande successo in passato sono state condannate a morte. Si pensi al DDT, salutato come la sostanza chimica che ha sconfitto la malaria, il cui uso è stato vietato dopo che si è scoperto che, per il suo carattere persistente, non biodegradabile, era in grado ...

SM 3477 — Crescita, picco e declino delle merci — 2012

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
In: Pier Paolo Poggio e Marino Ruzzenenti (a cura di), ”Il caso italiano: Industria, Chimica, Ambiente”, Milano, Jaca Book, 2012, p. 411-421 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it 1. La crescita o il declino degli affari e dell'economia di una impresa o di un paese, o dell'intera comunità mondiale, dipende dalla crescita o dal declino della produzione e dei consumi di beni materiali. Ogni unità monetaria dell'economia è, infatti, direttamente o indirettamente legata alla produzione e all'uso di merci e servizi; a loro volta i servizi --- informazione o salute, istruzione o abitazione, benessere e felicità --- sono legati alla disponibilità di beni materiali. Non ...

Everett D.Howe (1903-1989), pioniere dell’energia solare e della dissalazione

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
On December 27, 1989, in Rossmoor, a stroke ended the career of Everett Howe; his wife, Ruth, preceded him and he is survived by two children, Sylvia Simon and Milton Howe, and by four grandchildren and one great-grandchild. His passing ended an association with the Department of Mechanical Engineering that began with his matriculation in 1921 and the attainment of the bachelor's degree in 1925. Then he spent a year as an engineer in training at the General Electric Turbine Works at Lynn, Massachusetts and, part time, attended the Massachusetts Institute of Technology for study in Mechanical Engineering. He returned to the Bay Area in 1926 to resume study at Berkeley and ...

G. Menozzi — Il Dipartimento del Mella nel Regno Italico

Posted by on martedì, 14 agosto, 2012
“Commentari dell’Ateneo di Brescia per l’anno 1953”, Anno Accademico 152, Atti della Fondazione “Ugo da Como”, 1953, p. 273-279  Gabriella Menozzi  Il Dipartimento del Mella nel Regno Italico   Riassunto della tesi per la Laurea in Lettere, in Storia del Risorgimento, discussa il 27 ottobre 1952 col prof. Giovanni Natali, nell’Università di Bologna e premiata col Premio Ugo da Como, Lonato, 1954  Il soggetto di questa tesi di laurea è stato scelto dopo la constatazione che sulla vita di Brescia durante il periodo napoleonico, a partire dai giorni della famosa Repubblica Bresciana, su cui tanto dottamente ed esaurientemente ha scritto Ugo Da Como, poco o nulla è stato ...