Archive for marzo, 2016

SM 3401 — Il riciclo della plastica — 2011

Posted by on martedì, 29 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, sabato 17 dicembre 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Tre trappole e tre sfide: le tre trappole sono l’incapacità di riciclare in quantità sufficiente la plastica usata, la tendenza ad esportare in Cina parte della plastica ottenuta dai nostri rifiuti e l’importazione dalla Cina di oggetti di plastica riciclata forse nocivi per i consumatori. Le tre sfide sono un miglioramento delle tecniche di raccolta delle materie plastiche usate in Italia, le tecniche per un migliore riciclo delle plastiche e un miglioramento dei controlli chimici e merceologici dei materiali plastici (come anche di altre merci) riciclati sia importati sia di produzione ...

SM 3859 — Nostalgie univesitarie — 2016

Posted by on martedì, 22 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 22 marzo 2016 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Il 16 marzo 1886, 130 anni fa, sui muri della città di Bari veniva affisso un manifesto in cui il presidente della Camera di Commercio annunciava, con legittimo orgoglio, che “Sua Maestà” aveva autorizzato l’istituzione della Scuola Superiore di Commercio, la seconda in Italia, la quarta nel mondo. Cominciava così un lungo cammino in cui Bari è stata all’avanguardia negli studi economici e commerciali. Un prezioso e ormai raro volume del prof. Antonio Di Vittorio, pubblicato nel 1986 da Cacucci, contiene l’elenco dei docenti passati nelle aule della Scuola Superiore, poi ...

SM 2158 — Gli anni della speranza: la primavera dell’ecologia — 1999

Posted by on giovedì, 17 marzo, 2016
Giano, 11, (32), 125-143 (maggio-agosto 1999) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  La domanda di nuovi diritti Dalla metà degli anni cinquanta e durante gli anni sessanta si è formato e diffuso in molti paesi, e anche in Italia, un grande movimento per i “nuovi diritti”: nuovi soggetti, fino allora subalterni, hanno scoperto di essere tali per colpa del modo in cui le grandi compagnie industriali operavano nel libero mercato (movimenti per la difesa dei consumatori e movimento “ecologico”) o operavano in complicità col potere politico e col suo braccio militare (protesta contro la guerra, l’imperialismo, le armi di distruzione di massa, il servizio militare, lo ...

SM 3858 — Quella primavera dell’Ottantasei — 2016

Posted by on martedì, 15 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 15 marzo 2016; Eddyburg, 14 marzo 2016, http://www.eddyburg.it/2016/03/quella-primavera-dellottantase.html   Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Quella primavera del 1986, trent’anni fa, fu segnata da un gran numero di guai che, se non altro, servirono, se così si può dire, a migliorare le leggi e i controlli sulla salute e sull’ambiente. L’anno era cominciato con la pubblicazione dell’elenco delle industrie “a rischio” di incidenti; una direttiva della Comunità Europea aveva stabilito che tutti i paesi membri avrebbero dovuto fare un inventario delle industrie in cui avrebbero potuto verificarsi incidenti rilevanti, come quelli di Meda/Seveso in Lombardia, di Manfredonia in Puglia, di Bhopal in ...

SM 3820 — Prefazione a: L.Calimani, “La piazza di Noventa” — 2015

Posted by on sabato, 12 marzo, 2016
Prefazione a: “Luisa De Biasio Calimani, ‘Una Piazza italiana. La Piazza Parco, Un racconto urbano’, Cleup, Padova, 2015, p. 9-10” Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Quando abitavo a Bologna si diceva “andare in piazza” per dire che si andava nel centro della città a fare acquisti, a incontrare persone. La “piazza” è stata dai tempi più antichi un punto di incontro, un luogo per fare politica, cioè attività in comune nella polis. Col passare del tempo in molte città e paesi lo spazio della ”piazza” è stato invaso dai parcheggi, nella “piazza” si passa di corsa e si incontrano persone che vanno per proprio conto, ...

SM 3856 — La fragilità della tecnologia — 2016

Posted by on martedì, 8 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 8 marzo 2016; Eddyburg, 7 marzo 2016, http://www.eddyburg.it/2016/03/prevedere-e-prevenire-la-lezione-di.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La settimana scorsa, in questa pagina, si è ricordato quanto sia importante per governi e imprese guardare al futuro e chiedersi quali conseguenze potrebbero avere le decisioni che prendiamo oggi. Tale importanza appare ancora più grande alla luce di uno degli eventi più disastrosi della storia, l’incidente alla centrale nucleare giapponese di Fukushima, avvenuto cinque anni fa. E’ stato scritto e sarà scritto molto, articoli, ricerche sperimentali, volumi, sopra le cause e lo svolgimento dell’evento; un terremoto di anomala intensità, in fondo al mare  al largo della ...

SM 3855 — Il commercio del clima — 2016

Posted by on lunedì, 7 marzo, 2016
Villaggio Globale, 19, (73), Marzo 2016; http://vglobale.it/wf_menu_cpanel/trimestrale.html Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Intravvedo la nascita di una nuova disciplina, quella del commercio dei mezzi per evitare i cambiamenti climatici; la nuova disciplina dovrà occuparsi di come compensare coloro che ci permetteranno di evitare, in futuro, alluvioni o avanzata dei deserti o siccità e i relativi costi monetari e umani. Come è noto, i mutamenti climatici dipendono da un lento continuo aumento della temperatura “media” della Terra (per ora probabilmente un grado in un paio di decenni); di certo stiamo assistendo ad un comportamento del clima anomalo rispetto al passato; in certe zone e in alcuni anni ...

SM 3679 — Il selenio e l’alba del fotovoltaico — 2014

Posted by on lunedì, 7 marzo, 2016
https://ilblogdellasci.wordpress.com/2014/08/06/il-caso-aiuta-la-mente-preparata/  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Vi ricordate quando Edmond Dantès, il Conte di Montecristo del celebre romanzo di Alessandro Dumas, fa arrivare per telegrafo un'informazione sbagliata al malvagio e avido banchiere Danglars, che lo aveva ingiustamente fatto arrestare e finire per anni nel tetro carcere del castello d'If a Marsiglia ? E così Danglars è punito con una ingente perdita di denaro ? Siamo nel 1838 e il Conte di Montecristo si mette di persona a muovere le tre braccia del telegrafo ottico che collegava tutta l'Europa, trasmettendo i segnali da una torre di osservazione ad un'altra. Il telegrafo ottico era stato inventato ...

SM 1315 — Ambiente Duemila ? — 1985

Posted by on giovedì, 3 marzo, 2016
In: G. Mattioli (a cura di), "Nuove tecnologie e ambiente. Atti del Convegno organizzato da Cervia Ambiente 25-27 ottobre 1985", Forli, Maggioli editore, 1987, p. 313-317 Introduzione alla Tavola rotonda sul tema:  "Ambiente duemila ? Innovazioni tecnologiche e soggetti della trasformazione" Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Quando ero giovane il duemila era distante mezzo secolo, oggi (1985) al 2000 mancano meno di 5000 giorni. Interrogarsi oggi sul duemila non è un esercizio di lontana futurologia, ma una operazione urgente --- anzi in ritardo --- soprattutto quando si parla di innovazione tecnica e degli effetti sull'ambiente. Le modificazioni ambientali che si verificheranno nel 2000 dipendono dalle macchine ...

SM 3854 — Il “Giorno del Futuro” — 2016

Posted by on mercoledì, 2 marzo, 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 1 marzo 2016 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L’Università delle Nazioni Unite di Tokyo e altre associazioni scientifiche hanno deciso di proclamare oggi, primo marzo, “Giornata mondiale del futuro”. Tutte le persone e le società umane si sono sempre interrogate sul “futuro”: che cosa succederà “domani”, “fra un anno”; gli agricoltori si chiedono se pioverà, i negozianti si chiedono se venderanno le loro merci; ogni persona si chiede se sarà ricca, o felice e quanto a lungo vivrà. La saggezza popolare suggerisce che “il futuro è nelle mani di Dio”, però qualche tentativo di previsioni va fatto non tanto ...