Archive for luglio, 2015

SM 3783 — Chi è il consumatore — 2015

Posted by on venerdì, 31 luglio, 2015
Postfazione a: Michele Boato, “Dalla parte dei consumatori. Storia del movimento consumerista italiano”, Libri dei consumatori, Fondazione ICU, Mestre, 2015, 138 pp., p. 137-138  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Il protagonista di questo libro è “il consumatore”, l’acquirente di merci e servizi rappresentato da singole persone, fabbricanti o enti (anche lo Stato è un consumatore). Un secondo personaggio è “la merce”, l’universo degli oggetti fisici, materiali, venduti e acquistati in cambio di soldi. Anche i servizi, infatti, dipendono dall’acquisto ed uso di “cose”: per i trasporti c’è bisogno dei metalli e della plastica degli autoveicoli o dei treni e di combustibili; per il turismo ...

SM 3787 — Carburanti dal Sole — 2015

Posted by on mercoledì, 29 luglio, 2015
Il Blog della Società Chimica Italiana, 29 luglio 2015  https://ilblogdellasci.wordpress.com/2015/07/29/un-carburante-dal-sole/ Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it “L’uso degli oli vegetali come carburanti per i motori può sembrare insignificante oggi, ma tali oli, col passare del tempo, possono diventare altrettanto importanti quanto il petrolio e il carbone; la forza motrice potrà essere ottenuta col calore del Sole anche quando le riserve dei combustibili liquidi e solidi saranno esaurite”. Queste parole non vengono da qualche esponente ecologista fautore dei biocarburanti, ma sono state pronunciate nel 1912 da “un certo” Rudolf Diesel. Nella seconda metà dell’Ottocento l’energia per tutte le società industriali era fornita dal carbone, di cui esistevano ...

SM 3786 — Metalli insanguinati — 2015

Posted by on martedì, 28 luglio, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 28 luglio 2015 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it In generale sappiamo ben poco di che cosa sono fatti gli oggetti che usiamo continuamente; la pentola in cui cuociamo la pasta, l’automobile con cui ci muoviamo, il cellulare o il tablet con cui comunichiamo, eccetera, contengono materie plastiche e metalli, della cui provenienza sappiamo ancora meno.  Vengono dal fabbricante di pentole e automobili e cellulari, ovviamente, ma il fabbricante li ha prodotti a sua volta da idrocarburi e minerali estratti in paesi anche lontanissimi, da persone che non conosceremo mai, forse liberi lavoratori con salari equi e adeguata sicurezza, forse ...

SM 2489 — La Legge — 2004

Posted by on venerdì, 24 luglio, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, 14 marzo 2004 Giorgio Nebbia <nebbia@quipo.it> Una delle celebri storie del West americano riguarda il "giudice"  Roy Bean che, negli ultimi decenni dell'Ottocento, "amministrava" la legge "a ovest del fiume Pecos". Anzi era lui "la legge" e i processi si svolgevano, a suo assoluto arbitrio, nella sua taverna di un paesino del Texas. Roy Bean poteva impiccare o assolvere a suo parere, rubava ai ladri ed è diventato una leggenda --- raccontata anche in alcuni film e in molte storie. Un giorno è arrivata la ferrovia, e con questa un vero giudice e la vera legge ha cominciato ...

SM 0022 — Bond lenght and bond order — 1950

Posted by on lunedì, 20 luglio, 2015
#0022 Bond lenght and bond order

SM 3174 — Gomma dalle patate — 2010

Posted by on lunedì, 20 luglio, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, giovedì 4 marzo 2010; http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_le_analisi_NOTIZIA.php?IDNotizia=315965&IDCategoria=2682 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La notizia, proprio di ieri 3 marzo 2010, che la Commissione europea ha autorizzato la produzione in tutti i paesi della Comunità di patate geneticamente modificate, ha destato grande attenzione e anche preoccupazione. Ci sono due posizioni economiche e politiche contrapposte. Da una parte la ricerca scientifica di grandi società multinazionali è stata capace di “creare” organismi vegetali, in questo caso le patate, ma anche mais, soia, eccetera, modificando il loro patrimonio genetico con ”frammenti” di quello di altri organismi vegetali, ma anche animali. Con questo gli organismi geneticamente modificati (OGM) ...

SM 3273 — Ghiaccio e sale — 2011

Posted by on lunedì, 20 luglio, 2015
La Gazzetta del Mezzogiorno, 11 gennaio 2011 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L’ondata di freddo del dicembre 2010 è stata caratterizzata da grandi nevicate, con conseguente formazione di ghiaccio, che hanno paralizzato per ore e giorni il traffico in strade di grande comunicazione e in molti aeroporti. Il ghiaccio si forma nelle strade dopo la pioggia o le nevicate in seguito ad un abbassamento della temperatura; l’acqua liquida aderente alle strade si trasforma in acqua solida, in ghiaccio, spesso in forma di sottili lastre aderenti al terreno, pericolosamente scivolose. L’unica cosa da fare è trasformare l’acqua solida di nuovo in acqua liquida con procedure ...

SM 2193a — Sete ! — 2000

Posted by on sabato, 18 luglio, 2015
il manifesto,  4 luglio 2000 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Non rallegratevi troppo, voi abitanti di Milano o Roma, per l'acqua che sgorga abbondante dai rubinetti delle vostre case. Ci sono milioni di italiani che non solo non hanno, tutti i giorni, acqua per annaffiare i terrazzi, o non sono rallegrati da fontanelle stradale da cui sgorga perenne l'acqua; questi nostri concittadini non hanno neanche, tutti i giorni, nelle loro case, acqua di buona qualità per bere.  Sulla superficie dell'Italia, ogni anno, le piogge assicurano un flusso di acqua di circa 150 miliardi di metri cubi, indispensabili per la vita nei fiumi e nei laghi ...

SM 2192 — Che cosa c’è dentro la scatola ? — 2000

Posted by on sabato, 18 luglio, 2015
Alias, il manifesto, n. 35, 24 giugno 2000 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Che ci piaccia o no, gli alimenti contenenti derivati di piante geneticamente modificate (OGM) sono ormai fra noi e lo saranno in quantità sempre maggiore in futuro. In tali piante le proteine sono state modificate “ad arte” in modo da rendere le piante più resistenti all’attacco di parassiti, o di pesticidi, o da rendere i frutti o i semi più facilmente conservabili. E’ difficile dire se poi queste proteine possono trasferire modificazioni biologiche negli organismi animali ed umani che le introducono con il cibo, e se le modificazioni della qualità biologica ...

SM 3704 — Breve storia dello zolfo — 2014

Posted by on mercoledì, 15 luglio, 2015
Il Blog della Società Chimica Italiana, 24 ottobre 2014; https://ilblogdellasci.wordpress.com/2014/10/24/storia-moderna-dello-zolfo/ Giorgio Nebbia nebbia@quip.it Accompagnatemi un po' indietro nel tempo, all'alba della rivoluzione industriale chimica, alla fine del Settecento. In quel tempo per lavare i panni e per produrre il vetro occorreva il carbonato sodico, la "soda", che si poteva ottenere o da alcuni laghi salati dell'Egitto, o dalle ceneri di alcune piante che crescevano sulle rive del mare. Si trattava quindi di una materia scomoda e costosa per un mondo industriale che stava espandendosi rapidamente. Nei primi anni della rivoluzione francese il medico Nicolas Leblanc (1742-1806) inventò un processo con il quale si ...