Archive for aprile, 2014

SM 3652 — Storia naturale della mucca — 2014

Posted by on martedì, 29 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 29 aprile 2014  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it A guardarla da lontano, con il suo lento ruminare, non si pensa che quel tranquillo animale sia una macchina, non molto diversa da quelle di una fabbrica. Come una fabbrica introduce materie prime e combustibili e produce delle cose utili; così l’erba o il mangime sono le materie prime per il “funzionamento” della mucca che, con la combustione degli alimenti nel suo corpo, vive e produce il latte che arriverà poco dopo sulla nostra tavola. Come una fabbrica “butta fuori” nell’ambiente una parte delle materie in entrata sotto forma di gas ...

SM 3650 — Piombino, morte di una fabbrica — 2014

Posted by on sabato, 26 aprile, 2014
  Eddyburg, 25 aprile 2014; http://www.eddyburg.it/2014/04/piombino-la-fabbrica-e-qualcosa-di-piu.html  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Secondo me, la chiusura di una fabbrica dovrebbe essere intesa come un lutto nazionale. Lo spegnimento dell’ultimo, ormai rimasto unico, altoforno dell’acciaieria di Piombino meriterebbe l’esposizione delle bandiere a mezz’asta. Con la morte di una fabbrica scompaiono non soltanto i posti di lavoro; forse i lavoratori dell’acciaieria di Piombino conserveranno un salario, forse saranno convertiti in operatori ecologici per spazzare le scorie di un secolo e mezzo di polveri e fumi; forse l’acciaieria a ciclo integrale sarà convertita in acciaieria con forni elettrici per trattare rottami o col processo Corex, senza cokeria e altoforno.  In ...

Benito Leoci, “Codici, merci, rifiuti”

Posted by on sabato, 26 aprile, 2014
Benito Leoci , Università del Salento L’esigenza di distinguere oltre con un nome anche con un codice o una matricola, prodotti, merci e persino persone, è molto antica, in quanto collegata alla necessità di individuare con precisione, rapidamente e senza possibilità di errori, gli stessi oggetti o persone. Esigenza accresciuta in questi ultimi decenni con la proliferazione di composti e merci di ogni genere.  L’attribuzione di un codice ad una molecola, ad un’arma portatile o ad un volume risolve problemi diversi. Nel primo caso si vuole risalire alla formula e alle proprietà chimico-fisiche della molecola, nel secondo si vuole individuare il proprietario ...

SM 3649 — L’ingegnoso Conte Rumford — 2014

Posted by on mercoledì, 23 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, 22 aprile 2014  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Che cosa c’entra una caffettiera con l’ambiente ? Forse più di quello che si creda perché la stessa persona, Benjamin Thompson (1753-1814) che ha scoperto alcune leggi fondamentali che consentono oggi di “perdere” meno calore nell’ambiente e che ha inventato dispositivi per diminuire l’inquinamento, ha inventato anche nel 1806 la prima caffettiera, quella a percolazione usata negli Stati Uniti (la caffettiera “napoletana”, comune da noi, è stata inventata invece dal francese Morize. nel 1819). Thompson, di cui ricorre quest’anno il bicentenario della morte, fu un personaggio straordinario, davvero fuori del comune perché ...

SM 3648 — Coste e turismo — 2014

Posted by on martedì, 15 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 15 aprile 2014  Giorgio Nebbia Nebbia@quipo.it Stiamo correndo verso la stagione turistica che per molti italiani, ma anche per molti stranieri che vengono in Italia, significa principalmente: mare. Con ottomila chilometri di coste, due terzi delle quali nel Mezzogiorno e nelle isole, l’Italia ha un potenziale di offerta turistica equivalente, se non superiore a quello delle favolose spiagge del Sinai o delle isole oceaniche; spiagge e coste accessibili, almeno nel Mezzogiorno, da aprile a ottobre, spiagge e coste vicine a grandi e belle città. Eppure l’Italia e il suo Mezzogiorno fanno di tutto per perdere queste occasioni, ...

#3645 — Energia e vita — 2014

Posted by on martedì, 8 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 8 aprile 2014  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L’Expo 2015, la grande esposizione universale, attesa a Milano per l’anno venturo, ha due temi: “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. “Energia per la vita” può essere intesa sotto molti aspetti, ciascuno dei quali merita approfondimenti di carattere storico, ambientale, economico. Innanzitutto “la vita” per definizione, coinvolge un flusso di energia che comincia sempre con il Sole; anzi la vita, come noi la conosciamo, è comparsa quando la radiazione solare ha trovato sulla Terra le condizioni chimiche (acqua liquida, presenza di sali nei mari e sulle terre emerse, presenza di ...

SM 3643 — Acciaio meno inquinante ? — 2014

Posted by on sabato, 5 aprile, 2014
Geologia dell’Ambiente, 22, (2), 11-15 (aprile-giugno 2014)  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Di questi tempi l’acciaio non ha buona fama in Italia. Il “caso Taranto”, cioè la scoperta del grave inquinamento provocato dallo stabilimento Ilva ex Italsider, ha messo in discussione la produzione dell’acciaio, ma anche più in generale i “danni” dell’industrializzazione. Non c’è dubbio che la produzione di acciaio non si svolge in un salotto, ma non c’è dubbio che l’acciaio è e resterà tutto intorno a noi, ci piaccia o no. E’ presente nelle abitazioni, nei ponti e nelle strade, in tutte i macchinari, perfino nelle merci più “verdi” ed “ecologiche”. La ...

SM 2244 — La vendetta della Merceologia — 2001

Posted by on giovedì, 3 aprile, 2014
ecole, N.S. 1, (1), 36-37 (gennaio 2001) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Nel corso del Settecento l’Europa fu invasa da un mare di nuove merci: il coke e il catrame ottenuti dal carbone, nuovi tipi di ferro e acciaio, la soda artificiale, i coloranti  provenienti dall’America e dall’India, la gomma importata dal Brasile, nuove fibre tessili e alimenti sconosciuti come la patata e il pomodoro e il mais, il caffè proveniente dall’Arabia e dall’Africa. Ciascuna merce con le sue brave frodi, tanto che fare il mercante diventava una cosa sempre più difficile e richiedeva informazioni e consigli ottenibili dalla botanica, dalla chimica, dalla mineralogia. ...

SM 3651 — Conviene salvare i territori perduti — 2014

Posted by on martedì, 1 aprile, 2014
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 1 aprile 2014; http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/le-analisi/conviene-salvare-i-territori-perduti-no706466/  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Navigano lentamente in Parlamento varie iniziative legislative che mirano a limitare il “consumo di suolo”, cioè a rallentare o fermare la continua perdita di superfici agricole che ogni anno sono occupate da costruzioni e ricoperte da cemento e asfalto. Per dirla con parole chiare, i proprietari di terre agricole che rendono pochi soldi cercano di venderle ad alto prezzo a chi cerca superfici su cui costruire edifici o strade, con molto maggiori profitti. Ne conseguono non solo la perdita di attività e produzioni agricole, ma soprattutto profonde alterazioni sia del ...