Archive for marzo, 2013

SM 3313 — Fukushima e soldi — 2011

Posted by on venerdì, 8 marzo, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 19 aprile 2011; Economia e Commercio (Bari), [IV], 21, 5-6 (2011); http://centropacecorrie.wordpress.com/2011/04/22/58/#more-58  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Dopo gli incidenti alle centrali nucleari giapponesi di Fukushima c’è stato un po’ di ripensamento nei programmi nucleari del governo italiano; lo stesso governo si è affrettato a emanare un decreto che rimanda di un anno le procedure di localizzazione delle possibili centrali nucleari (ma non le procedure di localizzazione dei depositi delle scorie radioattive); vari paesi hanno deciso di rivedere le condizioni di sicurezza delle centrali esistenti, le quali (sono quasi 450 nel mondo) continuano a frantumare nuclei di uranio e ...

SM 1921 — Alla ricerca di una società biotecnica — 1996

Posted by on martedì, 5 marzo, 2013
In: “Merci e cicli produttivi nel settore agroindustriale alle soglie del XXI secolo. Atti del XVII congresso Nazionale di Merceologia, Lecce, 3-5 ottobre 1996”, Lecce, Università di Lecce, 1996, vol. I, p. 61-67 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  1.  La natura come fonte di materie prime e merci  Per tutta la loro lunga storia gli esseri umani hanno tratto alimenti, merci e materiali da costruzione dalla natura. Attraverso una lenta e attenta opera di scelta, i nostri predecessori  hanno identificato, per tentativi ed errori, le piante nutritive,  quelle curative e aromatiche, quelle che erano in grado di fornire merci sempre più raffinate e diversificate come combustibili, ...

SM 3528 — Per chi suona — 2013

Posted by on martedì, 5 marzo, 2013
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 5 marzo 2013  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Nei due mesi passati dall’inizio del 2013 la cronaca ha dovuto registrare altri morti sul lavoro, fra cui un altro all’Ilva di Taranto; due processi contro i responsabili della società Eternit di Casale Monferrato e ThyssenKrupp di Torino, riguardavano altri morti sul lavoro, rispettivamente nella fabbrica in cui si lavorava amianto e nella fabbrica di acciai inossidabili. Quest’ultima a Torino aveva avuto una tormentata storia: originariamente Fiat, poi Teksid, poi Industria Acciai Inox IAI, poi Finsider, poi Acciai Speciali Terni, poi ThyssenKrupp, poi venduta nel 2009 alla finlandese Outokumpu, poi chiusa. ...