Archive for settembre, 2012

SM 1532 — Presentazione in: B. Commoner, “Far pace col pianeta” — 1990

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
"Presentazione" in: B. Commoner, "Far pace col pianeta", Milano, Garzanti, 1990, p. 7-16  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Barry Commoner occupa, nel panorama "ecologico" internazionale, una posizione abbastanza particolare. In Italia la sua fama --- che porta a indicarlo, nei mezzi di comunicazione, come "padre dell'ambientalismo" --- è dovuta soprattutto ad un libro del 1971, "Il cerchio da chiudere", tradotto da Garzanti nel 1972 e ristampato nel 1986. Di Commoner sono apparsi vari altri saggi in italiano; Commoner è venuto molte volte in Italia e ha partecipato a numerose iniziative culturali, politiche e scientifiche.   Per inquadrare meglio l'autore e il contenuto del libro che viene ...

NC 2005-09 — Il pile

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Nuovo Consumo, 14, (149), p. 15 (settembre 2005)  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L’economia italiana è in crisi: importiamo a basso prezzo merci, tessuti, poltrone, materiale elettronico, e anche prodotti agricoli --- beni che finora abbiamo prodotto e venduto in tutto il mondo con successo. Si cercano e propongono rimedi, filtri alle importazioni, incentivi alla produzione italiana, ma, a mio modesto parere, alla crisi italiana contribuisce anche la limitata conoscenza, a livello popolare e diffuso, proprio della produzione delle merci; la pubblicità esalta i vantaggi di ciascuna marca e il prezzo sempre più basso e le prestazioni, ma troppo poco viene messo in evidenza ...

SM 2443 — Il bacino idrografico: cultura e solidarietà — 2003

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Conferenza Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Lecce, 18 ottobre 2003;  http://www.aiig.it/relazioneGiorgioNebbia.htm  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La Rivoluzione francese, come è ben noto, fu la figlia di un vasto movimento di intellettuali, filosofi, ma anche, e spesso insieme, scienziati e naturalisti ben attenti alla natura e ai suoi fenomeni; non a caso i padri della rivoluzione decisero di cambiare il nome dei mesi adottando nomi bellissimi legati ai grandi cicli della natura: Vendemmiaio, Piovoso, Floreale, Fruttidoro, eccetera. Uno dei primi atti della costituzione della Repubblica francese del 1789 è stato quello di suddividere il territorio della Francia in nuovi "dipartimenti" che prendevano il nome di ...

SM 1418 — Acqua e pesticidi — 1989

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Rinascita, 46, n. 11, 25 marzo 1989  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L'acqua è la risorsa naturale e la sostanza più importante e irrinunciabile per la vita umana, animale e vegetale e per le attività produttive industriali. Di tutta l'acqua esistente sul pianeta Terra solo circa l'uno per cento è a basso contenuto salino e, dell'acqua dolce, solo una piccola frazione si trova dove maggiore è la richiesta. In molti paesi industriali e ad agricoltura avanzata l'acqua dolce per usi potabili, agricoli e industriali è scarsa in assoluto: diventa ancora più scarsa perché essa può essere attinta, a parte le sorgenti, abbastanza rare e povere, ...

SM 2336 — Acqua e solidarietà — 2002

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, 8, 10, 13, 14 luglio 2002 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La sete in Italia e in Puglia aumenta sempre per la concomitanza di vari eventi. Da alcuni decenni sono in corso mutamenti climatici che hanno fatto diminuire le piogge; apparentemente la quantità totale di pioggia diminuisce di poco, ma il carattere delle piogge, spesso intense ma concentrate in brevi periodi, impedisce la ricarica con acqua dolce delle falde sotterranee e dei laghi artificiali. Un secondo importante evento riguarda le migliorate condizioni di vita delle popolazioni; un evento da salutare con gioia, senza dubbio, ma che comporta crescenti richieste di ...

SM 1868 — L’acqua: tra violenza e solidarietà — 1996

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
 Conferenza al Convegno sull'acqua, CIDI, 23 febbraio 1996; Lezione Università Gregoriana, 12 aprile 1996 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L'acqua è --- per usare un termine tratto dall'ecologia --- un "fattore limitante" dello sviluppo.  Anche in presenza di altri fattori --- mano d'opera, capitale, terra, minerali, risorse naturali --- la scarsità o la mancanza di acqua impedisce una vita domestica e urbana decente e moderna, l'agricoltura, attività manifatturiere, turismo.  Benché apparentemente l'acqua sia una risorsa rinnovabile, le cui riserve sono continuamente  reintegrate attraverso il  grande ciclo naturale dell'acqua, in molte zone della Terra l'acqua è  scarsa; in altre l'acqua è abbondante, ma la qualità delle ...

SM 2336/2 — Acqua e solidarietà — 2002

Posted by on sabato, 22 settembre, 2012
Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it La sete in Italia e nel mondo aumenta sempre per la concomitanza di vari eventi. Da alcuni decenni sono in corso mutamenti climatici che hanno fatto diminuire le piogge; apparentemente la quantità totale di pioggia diminuisce di poco, ma il carattere delle piogge, spesso intense ma concentrate in brevi periodi, impedisce la ricarica con acqua dolce delle falde sotterranee e dei laghi artificiali. Un secondo importante evento riguarda le migliorate condizioni di vita delle popolazioni; un evento da salutare con gioia, senza dubbio, ma che comporta crescenti richieste di acqua che deve essere sottratta da riserve --- fiumi, ...

SM 1253 — Contro la pubblicità — 1987

Posted by on venerdì, 21 settembre, 2012
Consumatori (Bologna), anno 5, n. 11, novembre 1987   Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Come certo molti lettori avranno visto, c'è stata una recente (l’articolo è stato scritto nel 1987) polemica sulla proposta di una "tassa sulla pubblicità". Come è naturale, quelli che producono e vendono pubblicità hanno organizzato una protesta che si è manifestata anche con un inserto apparso su molti giornali. Tale inserto sostiene che una tassa sulla pubblicità è dannosa e inutile e farebbe aumentare il passivo dei giornali e delle televisioni private. Ma la protesta contiene altri tre punti su cui vorrei richiamare l'attenzione dei lettori.  La prima tesi è che, con ...

SM 1190 — Presentazione in: B.Commoner, ‘Il cerchio da chiudere’ — 1986

Posted by on venerdì, 21 settembre, 2012
Presentazione a: Barry Commoner, “Il cerchio da chiudere. Nuova edizione”, Milano, Garzanti, 1986, p. 7-20  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Il libro "Il cerchio da chiudere", di Barry Commoner, che viene ora ripresentato ai lettori italiani, a quasi quindici anni dalla sua prima pubblicazione (l'edizione originale americana uscì nel settembre 1971; la prima traduzione italiana fu pubblicata da Garzanti nel 1973), fu scritto in un momento di straordinario interesse ed ebbe grande influenza sulle idee che hanno ispirato e ispirano la contestazione ecologica.  L'ecologia aveva fatto la sua uscita pubblica, in tutti i paesi del mondo, nell'aprile 1970 con il lancio dell'Earth Day, la «Giornata ...

SM 1255 — Bertrand de Jouvenel (1903-1987) — 1987

Posted by on venerdì, 21 settembre, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, 5 marzo 1987; Anche in: Alberto Gasparini (a cura di), “La previsione”, Futuribili 3/2004, Milano, Franco Angeli 2005, p. 36-37  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it L’ho visto per la prima volta nel 1967 quando il governo americano volle che la conferenza di apertura del congresso internazionale sul tema ”Acqua per la pace” fosse affidata proprio a Bertrand de Jouvenel. Con i capelli bianchissimi, la barba e i baffi da moschettiere, questo grande filosofo, economista e uomo politico sembrava un simbolo della nobiltà francese, illuminista e lungimirante, alla quale del resto apparteneva per nascita, un figlio della cultura che ha generato il mondo ...