Archive for agosto, 2012

NC 2009-1/2 — Guerre per le merci

Posted by on venerdì, 31 agosto, 2012
Nuovo Consumo, 18, (183), p. 39 (gennaio-febbraio 2009) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Alcuni si commuovono, per un istante, quando nei telegiornali sfilano falangi di poveri africani affamati e in fuga da una terra all’altra: Kivu, Darfur, sono nomi di terre lontane a cui dedicare, al più una piccola donazione natalizia. Ma poco si pensa che le sventure di questi poveretti sono dovute a lotte per la conquista di materie prime e merci di cui godiamo ogni giorno. Ci sono due Kivu, uno del Nord e uno del Sud, territori orientali della Repubblica Democratica del Congo, al confine con Sudan, Ruanda, Burundi,Tanzania; confini arbitrariamente ...

SM 2884 — Zero ? — 2007

Posted by on venerdì, 31 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 13 novembre 2007 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Un signore mi ha scritto comunicandomi di aver inventato una macchina che funziona con emissioni zero: la si può applicare con successo alla marmitta delle automobili, ai camini delle caldaie e a molti altri processi inquinanti. Cerco di spiegargli che non si può promettere un qualsiasi dispositivo con emissioni zero: qualsiasi processo che ha a che fare con la trasformazione della materia --- un processo che brucia benzina con ossigeno, un processo che trasforma calcare e sabbia in cemento, eccetera --- alla fine inevitabilmente emette nell'ambiente qualcosa che non è "zero". ...

SM 2712 — Wassily Leontief (1906-1999): economia e ambiente — 2006

Posted by on giovedì, 30 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 14 marzo 2006  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Zero percento, uno e mezzo percento: chi sa se quelli che sfornano i dati sull’aumento del magico PIL (il Prodotto Interno Lordo) del nostro o di qualsiasi altro paese si ricordano che le radici di questo modo di valutare l’economia affondano nei primi anni della rivoluzione bolscevica nell’Unione Sovietica. Il grande paese ereditato da Lenin nel 1917 dopo la sconfitta della Russia da parte della Germania e dopo la caduta degli zar era poverissimo, dilaniato da conflitti interni, con l’agricoltura e l’industria paralizzati su un territorio che si stendeva in Europa ...

SM 3467 — Petrolio dagli scisti — 2012

Posted by on giovedì, 30 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 3 luglio 2012  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  L’umanità sta facendo grandi progressi verso un crescente uso delle fonti energetiche rinnovabili. I campi coperti di pannelli solari e le torri che offrono le loro pale eoliche al vento danno qualche speranza per il futuro energetico mondiale, ma, purtroppo, il mondo muove un milione di automobili, produce 14.000 miliardi di chilowattora all’anno di elettricità, fa funzionare le fabbriche, le acciaierie e le industrie chimiche, fornisce concimi e macchinari per la produzione del cibo quotidiano, e scalda gli edifici usando ancora in gran parte la trinità delle fonti energetiche fossili non ...

SM 3211 — Tecnologie intermedie — 2010

Posted by on mercoledì, 29 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, giovedì 17 giugno 2010  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it Tecnica è una parola che usiamo continuamente parlando della fabbricazione e dell’uso degli innumerevoli oggetti che ci circondano: un termine antichissimo e modernissimo. “Tecnica” viene dalla parola “techne” con cui gli antichi greci, oltre duemila anni fa, indicavano l’”arte”, la capacità di fare le cose, le cose utili. Da duecento anni i sociologi discutono il ruolo che la tecnica ha avuto nel modificare, nel bene e nel male, la società, la cultura. Forse l’analisi più approfondita del tema è stata fatta nel 1933 dal sociologo e urbanista americano Lewis Mumford (1895-1990) ...

SM 2507 — I bisogni della popolazione mondiale — 2004

Posted by on martedì, 28 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, 12 maggio 2004  Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it "Dove troveremo tutti il pane, per sfamare tanta gente ?" Le parole della famosa canzone scout vengono alla mente quest'anno, a trent'anni di distanza dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sulla popolazione, tenutasi a Bucarest appunto nel 1974 e a dieci anni di distanza della seconda conferenza, tenuta a Il Cairo nel 1994.  Nella lontana primavera dell'ecologia, nei primi anni settanta del Novecento, il problema dei rapporti fra disponibilità delle risorse naturali e popolazione era all'attenzione dell'opinione pubblica e dei governanti. Nel 1970 la popolazione terrestre era di 3700 milioni di persone e ...

SM 3483 — Settecento euro alla tonnellata — 2012

Posted by on martedì, 28 agosto, 2012
La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 28 agosto 2012 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Fra litri, barili e dollari un cittadino-consumatore non capisce niente a proposito dei prezzi delle due merci più importanti, il petrolio e la benzina. Nella distrazione generale, il 16 agosto scorso il petrolio greggio ha raggiunto il prezzo più alto della storia italiana, 115 dollari al barile, superiore a quello del luglio 2008 quando raggiunse i 150 dollari al barile. Perché 115 è più di 150 ? Intanto va precisato che il prezzo internazionale del petrolio è riferito a due tipi di petrolio ben distinti, quello cosiddetto WTI, così chiamato perché è ...

NC 2006-05 — Alluminio e grassi

Posted by on lunedì, 27 agosto, 2012
Nuovo Consumo, xx, (5), maggio 2006 Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  Vari mezzi di comunicazione hanno di recente raccomandato cautela nell’uso di alimenti contenuti o riscaldati in contenitori (vaschette) fatte di sottili fogli di alluminio “stampato” entro presse; per facilitare il distacco della vaschetta dallo stampo, alcuni produttori applicano sullo stampo una sostanza denominata “glicerol tricaprilato”. Non sono in grado di dire se, e in quale quantità, tale sostanza resta aderente alla vaschetta di alluminio, se può migrare dalla superficie della vaschetta al cibo usato dalle persone, se altera gli alimenti, e se è nociva, nel caso venga assorbita dal corpo umano. Dal momento ...

NC 2012-05 — Jatropha

Posted by on lunedì, 27 agosto, 2012
Nuovo Consumo, 21, (216), p. 15 (maggio 2012) Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it  La jatropha è una pianta tropicale, della famiglia delle euforbiacee, che si presenta come alberelli che producono dei frutti del diametro di una diecina di centimetri, al cui interno si trovano da 2 a 4 semi ovoiodali appiattiti, lunghi da 15 a 20 millimetri. I semi contengono una mandorla biancastra oleaginosa con circa il 35 percento di un olio che si estrae per spremitura. Originaria dell’America centrale, la jatropha era stata coltivata nelle colonie africane della Francia per ricavarne un grasso adatto alla fabbricazione dei saponi, poi era stata dimenticata.  A partire ...

SM 3137 — Nutrimento per la terra: il fosforo — 2009

Posted by on domenica, 26 agosto, 2012
Chimica News, n. 30, novembre 2009, p. 18-10; Inquinamento, 51, (120), novembre/dicembre 2009 http://www.musilbrescia.it/minisiti/la_chimica_in_italia/contenuti/racconti_di_chimica_in_Italia_e_nel_mondo/12.Nutrimento_per_la_terra_Nebbia.pdf Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it I Cinesi, che hanno sempre saputo per primi molte cose, già duemila anni fa avevano capito che ”faceva bene” ai terreni aggiungere ossa calcinate, ma ci sarebbero voluti i progressi della chimica dell’Ottocento per comprendere che le ceneri di ossa contengono dei sali del fosforo e che il fosforo è un elemento necessario alla vegetazione. Il fosforo presente nel terreno viene assorbito attraverso le radici e viene fissato all’interno delle piante e da queste viene trasferito agli animali che incorporano il fosforo al proprio interno sia ...